Ghiaccioli di frutta

Ghiaccioli di frutta
in collaborazione con Miele

Amici lo sapete che adoro realizzare ghiaccioli fatti in casa con estratti di frutta o verdura. Un modo fresco per mangiare ingredienti sani, per i piĂą piccoli ma non solo, mantenendo inalterate le proprietĂ  nutritive e tutto il sapore. E per un risultato ancora piĂą intenso e concentrato, si possono realizzare anche con il forno a vapore. Dopo la cottura, resterĂ  anche la frutta cotta, due fantastici dessert in uno!

Ghiaccioli di frutta

Ingredienti

5 pesche

10 albicocche

5 amaretti

50 g di mandorle a filetti

Procedimento

Ghiaccioli di frutta

In una teglia forata disponete le pesche e le albicocche tagliate a metà. Inserite la teglia nel forno e nel ripiano inferiore inserite una teglia normale che raccolga l’estratto di frutta. Cuocete per 20 minuti a 80°. Estraete le due teglie. Lasciate raffreddare l’estratto, poi mettetelo in stampini da ghiacciolo e congelate. Con la frutta rimasta nella teglia forata potete preparare un dessert cospargendo la frutta cotta con amaretti sbriciolati e filetti di mandorle.

Ghiaccioli di frutta

Conserve al vapore

Conserve al vapore
in collaborazione con Miele

Quante volte ci capita di essere invitati a cena e non sapere cosa portare? Invece del solito vino e del dolce preso all’ultimo in pasticceria, portate una conserva fatta da voi. Un regalo personale, che potete preparare in anticipo e avere sempre pronto anche per le cene improvvisate all’ultimo minuto! Se ne possono fare di tantissimi tipi, dolci o salate. Oggi ne prepariamo due, con zucchine, capperi, timo e con albicocche e vaniglia!

Conserve al vapore

Ingredienti

20 albicocche

2 stecche di vaniglia

5 zucchine

1 pelapatate

1 piantina di timo

50 g di capperi sottaceto

Procedimento

Per prima cosa vanno sterilizzati i barattoli, è molto importante per evitare contaminazione di batteri. Basteranno 15 minuti a 100° con forno a vapore.

Conserve al vapore

Una volta sterilizzati riempiteli subito con le zucchine che avrete tagliato a striscioline con l’aiuto di un pelapatate, coprite con l’olio, aggiungete il timo a piacere e i capperi (ben dissalati mi raccomando!). Cuocete a vapore a 100° per 40 minuti.

Lo stesso metodo si usa anche per le albicocche, basterà aggiungere un po’ di acqua, invece dell’olio e se volete un cucchiaino di zucchero di canna.

Conserve al vapore

Ravioli al vapore con cavolo nero e uvetta

Ravioli al vapore con cavolo nero e uvetta
in collaborazione con Miele

La cottura al vapore non finisce mai di stupirmi! Lo sapete che anche la pasta ripiena si può cuocere al vapore? Questi ravioli li faccio spesso, perché adoro il cavolo nero e il contrasto fra il suo sapore deciso, la dolcezza dell’uvetta e la sapidità del pecorino. Di solito li ho sempre preparati nella maniera tradizionale, ma al vapore trovo che venga ancora di più esaltata la consistenza della pasta fresca! E poi non devo sporcare pentole e padelle sia per la pasta che per il ripieno.

Ravioli al vapore con cavolo nero e uvetta

Ingredienti

Per l’impasto:

400 gr farina di semola di grano duro integrale

200 ml acqua

4 cucchiai di olio EVO

mezzo cucchiaino di sale

 

Per il ripieno:

150 g di cavolo nero

50 g di uvetta

70 g di pecorino

20 g di cipolla essiccata

olio evo

Procedimento

Preparate la pasta fresca con la farina, l’acqua, l’olio e un pizzico di sale. Stendetela sottile.

Per il ripieno cuocete il cavolo nero a vapore per 4 minuti a 100 gradi. Una volta pronto, toglietelo dal forno, lasciatelo raffreddare e strizzatelo perché perda la sua acqua (altrimenti il ripieno risulterebbe troppo liquido).

Preparate il ripieno aggiungendo al cavolo l’uvetta, il pecorino, la cipolla essiccata e un filo d’olio.

Ravioli al vapore con cavolo nero e uvetta

A questo punto preparate i ravioli (io ho usato uno stampino rotondo) e cuoceteli in forno a vapore con la funzione “Pasta fresca” per 2 minuti.

Condite con olio e pecorino e, volendo, con un po’ del ripieno avanzato.

Ravioli al vapore con cavolo nero e uvetta

Bulgur con piselli zucchine e salmone

Bulgur con piselli zucchine e salmone
In collaborazione con MIELE

Un ingrediente antichissimo per un superfood moderno, ricco di fibre, vitamina B, fosforo e potassio. E poi sapete quanto è importante per me l’idea del piatto unico, unire cioè in un unico piatto tutti i nutrienti necessari al nostro organismo! Come in questa ricetta grazie al mix di cereali e legumi, unite alle proteine del pesce, con anche il suo grasso buono (Omega3). E con il forno a vapore cuocio il bulgur, il pesce e le verdure infornandoli in momenti diversi e togliendoli dal forno contemporaneamente, pronti per essere impiattati, risparmiando così tempo e mantenendo le proprietà e la naturale consistenza degli ingredienti!

Bulgur con piselli zucchine e salmone

Ingredienti - per 4 persone

300 g di bulgur

300 g di filetti di salmone senza pelle

200 g di pisellini surgelati

2 zucchine

1 lime

menta

olio evo

Procedimento

In una teglia normale disponete il bulgur e il salmone tagliato a pezzetti. In un’altra teglia mettete le zucchine tagliate a piccoli pezzi e i pisellini. Cuocete in forno a vapore a 100 gradi, sarà la funzione “Cottura di menù” ad avvisarti quando infornare la teglia con le verdure, in tutto ci vorranno 15-20 minuti.

Bulgur con piselli zucchine e salmone

Nel frattempo, preparate un condimento con olio, succo di lime e foglioline di menta sminuzzate con le mani. Una volta pronti gli ingredienti, sfornate, versateli in una ciotola e condite con la salsa di menta.

Bulgur con piselli zucchine e salmone

Merluzzo alla pizzaiola

Merluzzo alla pizzaiola
In collaborazione con MIELE

Non solo i bambini, molto spesso anche gli adulti faticano a mangiare il pesce, soprattutto il merluzzo. Io uso sempre questo trucco, lo preparo alla pizzaiola. Il risultato è un piatto sano, molto gustoso e dal sapore di pizza! La cottura al cartoccio con il forno a vapore mantiene tutta la consistenza, il sapore e le proprietà degli ingredienti. Una cottura ideale, grazie all’ampio range di temperatura (da 40° a 100°) per alimenti molto delicati come il pesce.

E quando aprirete il cartoccio, sentirete che profumo!

Ingredienti

500g di filetti di merluzzo fresco

150g di olive taggiasche denocciolate

150g di pomodori secchi sottolio

olio evo

Procedimento

Merluzzo alla pizzaiola

In una teglia, con la carta da forno preparate un cartoccio con i filetti di merluzzo, le olive taggiasche, i pomodori secchi e un filo d’olio. Chiudete il cartoccio e cuocete in forno a vapore a 80° per 10 minuti.

Merluzzo alla pizzaiola

Merluzzo alla pizzaiola

Baozi al vapore con confettura di lamponi

Baozi con confettura di lamponi
In collaborazione con MIELE

Nonostante, lo sapete, adori ed esalti la dieta mediterranea, molto spesso anche nelle tradizioni di altre zone del mondo si trovano preparazioni straordinarie, perfettamente in linea con la mia filosofia alimentare. Perché il desiderio di unire gusto e salute è qualcosa che accomuna tutti, a tutte le latitudini. Ad esempio, ho imparato ad amare i baozi, questi fantastici panini ripieni di meraviglie, dolci o salate. Si possono fare anche in casa con il forno a vapore, una cottura semplice e sana che mantiene tutto il gusto e il sapore degli ingredienti. Con il mio forno combinato Miele faccio lievitare anche l’impasto, mantenendo temperatura e umidità ottimali Io li ho provati con la marmellata ai lamponi!

Ingredienti

500 g di farina di tipo 1

1 bustina di lievito disidratato (per focaccia e pane)

80 g di zucchero a velo integrale

200 g di confettura di lamponi

250 g di acqua

Procedimento

Impastate la farina con il lievito, lo zucchero e l’acqua. Lasciate lievitare l’impasto 1 ora a 40 gradi con la funzione apposita. Una volta lievitato l’impasto, formate delle palline con all’interno un cucchiaino di confettura. Cuocete i vostri baozi a vapore per 15 minuti a 100°.

Baozi con confettura di lamponi

Baozi con confettura di lamponi

Baozi con confettura di lamponi

Baozi con confettura di lamponi

Trofie integrali con crema di zucca e carote

trofie con crema di zucca
in collaborazione con Miele

Amici, è arrivato il freddo e volete rendere il vostro sistema immunitario più reattivo? Ecco un piccolo menù ideale per queste giornate d’inverno: trofie integrali con crema di zucca, carote, curcuma e mele cotte con amaretti e zenzero. Si cuoce tutto insieme nel forno a vapore senza contaminazione di odori e di sapori. Il risultato è un mix di nutrienti protettivi, ricco di fibre (perché un buon funzionamento dell’intestino è sinonimo di una pronta risposta immunitaria).

trofie con crema di zucca

Ingredienti - per 4 persone

320 g di trofie integrali fresche

300 g di zucca

300 g di carote

prezzemolo

curcuma

sale

pepe

olio evo

mezza radice di zenzero

4 mele gialle

80g di amaretti secchi

Procedimento

In una teglia forata mettete le trofie integrali fresche, con la zucca e la carota tagliate a pezzetti. In un’altra teglia forata invece disponete le mele tagliate a metĂ  cosparse di zenzero grattugiato. Infornate tutto e cuocete insieme a vapore a 80 gradi. Basteranno 12-15 minuti.

trofie con crema di zucca

Una volta pronto condite le trofie con una crema che avrete ricavato frullando carote e zucca, curcuma grattugiata e un filo d’olio.

Per le mele basterĂ  servirle con amaretti sbriciolati in superficie.

trofie con crema di zucca

Zuppa di quinoa e pere al cioccolato

Zuppa di quinoa e pere al cioccolato
in collaborazione con Miele

Una sera d’inverno, una cena fra amici e pochissimo tempo per cucinare. Ecco un’idea per un vero e proprio menù: una zuppa ricchissima che unisce cerali e legumi (il mio mix preferito a tavola!) e un dessert a base di pere, cioccolato e frutta secca. Con il forno a vapore cuocio tutti gli ingredienti contemporaneamente in 20 minuti, il tempo di impiattare ed è in tavola. E se ci sono amici vegani, nessuna etichetta per nessun commensale: saranno tutti soddisfatti!

Zuppa di quinoa e pere al cioccolato

Ingredienti - per 4 persone

320 g di quinoa precotta

150 g di lenticchie rosse decorticate

2 porri

2 carote

olio evo

sale

pepe

150 g di granella di nocciola

5 pere

150 g di cioccolato fondente

Procedimento

In una teglia non forata mettete tutti gli ingredienti della zuppa (la quinoa, le lenticchie, le carote e il porro tagliati a pezzetti e un pizzico di sale) e ricopro d’acqua.

Nell’altra teglia forata mettete le pere tagliate a metà con la buccia e il cioccolato in una terrina.

Cuocete il tutto a vapore per 20 minuti a 80 gradi.

Zuppa di quinoa e pere al cioccolato

Una volta terminata la cottura, impiattate la vostra zuppa con un filo d’olio extravergine, sale se necessario e una macinata di pepe.

A parte impiattate le pere cotte cospargendole di cioccolato fuso e finite con la granella di nocciole.

Cappuccino di cavolfiore

Cappuccino di cavolfiore
in collaborazione con Miele

Un cappuccino speciale, perfetto per questa stagione, con effetto sorpresa! Volete sapere con cosa lo preparo? Con il mio amato cavolfiore e il sedano rapa. E poi il caprino, la curcuma e i funghi per un pieno di calcio, folati, vitamine, magnesio e tanti antiossidanti, tante proprietĂ  che resteranno intatte grazie alla cottura al vapore. Un vero e proprio lifting del nostro DNA!

Cappuccino di cavolfiore

Ingredienti - per 4 persone

300 g di sedano rapa

600 g di cavolfiore

80 g di funghi porcini secchi

200 ml di yogurt greco 0%

250 g di caprino fresco

curcuma

olio evo

sale

Procedimento

Cappuccino di cavolfiore

Cuocete a vapore il cavolfiore e il sedano rapa a 100° per circa 15 minuti, una volta cotti frullarli con lo yogurt fino ad ottenere una crema morbida e molto vellutata. Servire la crema in una tazza da cappuccino con funghi secchi polverizzati in superficie e cuore di caprino aromatizzato alla curcuma al centro della crema, al centro della crema.

Cappuccino di cavolfiore

Salmone su vellutata di barbabietola e patate

Salmone su vellutata di barbabietola e patate
in collaborazione con Miele

Amici, lo sapete ormai, per mantenersi in forma l’importante è muoversi! Fate sport, passeggiate, insomma dedicate sempre una parte della vostra giornata all’attività fisica. E per quanto rientrate a casa, ecco una ricetta ideale per recuperare, piena di proteine e grassi buoni e tanti antinfiammatori.

C’è il mio amato salmone, la barbabietola e le patate. E con la cottura a vapore risparmio tempo e mantengo intatti la consistenza e i valori nutrizionali degli alimenti.

Salmone su vellutata di barbabietola e patate

Ingredienti

500 g di filetti di salmone (pulito, indifferente se con o senza pelle)

1 rapa rossa (barbabietola)

800 g di patate

250 g di caprino fresco

aneto fresco

1 limone

Procedimento

Cuocete a vapore il salmone a 70 gradi per circa 8-9 minuti. Cuocete patate (senza buccia) e la rapa rossa, tagliandole in dimensioni simili, a 100 gradi per circa 15 minuti.

Salmone su vellutata di barbabietola e patate

Passate al passaverdure patate e rapa rossa, aggiungete olio, sale, acqua (fino ad ottenere la consistenza desiderata). Mescolate ed ecco pronta la vellutata. Sbattete il caprino con mezzo limone e aneto.

Salmone su vellutata di barbabietola e patate

Servite il salmone sulla vellutata, accanto il caprino sbattuto e finite con la scorza di limone grattugiata.

Salmone su vellutata di barbabietola e patate