Datterini Confit

Datterini confit

Amici, non smetterò mai di parlarvi del pomodoro, autentico pilastro della dieta mediterranea. Un concentrato di gusto, salute e dolcezza. Oggi userò i datterini e li preparerò confit, potete usare sia quelli rossi che quelli gialli (o anche insieme). Il datterino giallo è una varietà particolare, su cui in tanti mi chiedete informazioni e consigli! Una varietà antica, bellissima e ricca di tantissimi nutrienti per il nostro organismo che potete scoprire qui! Una volta pronti sono buoni sia caldi che freddi, fatene tanti perché ve lo assicuro non bastano mai!

 

Ingredienti

200g di pomodori datterini gialli o rossi (anche in acqua di mare sono top)

Olio evo

Sale

Salvia

Procedimento

Disponete i pomodori sulla teglia con gli aromi e l’olio. Infornate fino a che saranno appassiti e caramellati: ci vorranno circa 20 minuti a 200°.

Carote al forno

Carote al forno

Un ortaggio spesso poco considerato, in realtà versatile, molto amato dai bambini, economico e ricchissimo di proprietà. Sto parlando delle carote, ormai presenti tutto l’anno sulle nostre tavole. Da un punto di vista nutrizionale hanno un basso apporto calorico e apportano una buona qualità di antiossidanti, vitamine e fibre.  La vitamina A protegge pelle, mucose e occhi, la Vitamina C il nostro sistema immunitario e le vitamine del gruppo B il nostro metabolismo. E come tutti gli alimenti di colore arancione (almeno per la più comunic, visto che ve ne sono di tutti i colori) è ricca di betacarotene.

Si cucinano in moltissimi modi, ma come sempre per me vince la semplicità. Tagliate le vostre carote a metà dopo averle lavate accuratamente in acqua,  ponetele sulla teglia del forno e infornate a 220° per circa 20 minuti aromatizzando a piacere (io le adoro con il timo e il rosmarino).

In salute con Marco: il melone

In salute con Marco: il melone
In questi giorni, con il caldo, cosa c’è di meglio che dissetarsi con una bella fetta di melone? Il melone non è solo dolce e rinfrescante, ma possiede moltissime proprietà che lo rendono il re della tavola estiva! La polpa del melone giallo, quello che mangiamo di solito, è ricca di vitamina A che protegge l’intestino, la pelle e favorisce la rigenerazione cellulare… un vero cibo anti-invecchiamento insomma! E se volete una ricetta semplice e veloce, provate questa insalata con melone, feta e menta!

Acqua al cetriolo

Acqua al cetriolo

Fredda. Bella fredda… la mia acqua aromatizzata preferita: cetriolo, limone e zenzero!

Ingredienti - per 6/8 persone

2 l di acqua gassata

2 cetrioli

10 foglie di menta

1 lime bio

1 limone bio

1 cm di radice di zenzero

Procedimento

In una caraffa piena di acqua gassata aggiungete i cetrioli lavati e affettati, le foglie di menta, il limone e il lime tagliati a fettine sottili e lo zenzero ridotto a cubetti. Lasciate in infusione in frigorifero almeno 3 ore prima di servire, deve essere rigorosamente fresca!

P.S. È molto “scenico” congelare le fettine di lime e limone, così avranno una doppia funzione: rinfrescare l’acqua e aromatizzarla!

Questa è la mia acqua profumata di base. Voi potete creare la vostra preferita! Un consiglio: sfruttate la stagionalità; in estate pesche, fragole e zenzero vi regaleranno un’acqua profumata buonissima.

In inverno potete trasformare le acque profumate in infuso, portando a bollore l’acqua e lasciando in infusione per 15-20 minuti.

Il mio preferito? Una radice di zenzero, 1 limone bio e una foglia di alloro per 2 litri d’acqua.

In salute con Marco: il basilico

In questa stagione colora le nostre ricette con il suo fantastico colore verde! Sto parlando, amici, del basilico. Il basilico è ricco di vitamine, sali minerali, flavonoidi e carotenoidi, in particolare la luteina che gli conferisce il suo colore caratteristico. La scienza poi ha ormai da tempo dimostrato le sue proprietà antiossidanti contro l’invecchiamento e l’azione dei radicali liberi. E come ricetta un classico, preparate un pesto con basilico, olio e pecorino, al posto dei pinoli usate gli anacardi!

In salute con Marco: il pomodoro

Amici oggi parliamo di un pilastro della dieta mediterranea, quasi un simbolo del nostro paese nel mondo: il pomodoro! Il suo tipico colore rosso deriva dal licopene, un carotenoide contenuto in tutti i vegetali arancioni o rossi, come albicocche, melone, anguria, carote… Quindi abbondate con la salsa di pomodoro… oppure fate come me: oggi li preparo al forno! La ricetta sotto il video!

 

Pomodori al forno

Ingredienti

4 pomodori insalatari

100g pane grattugiato

1 scalogno

olio

sale e pepe

1 cucchiaino senape

Procedimento

Svuotate i pomodori, quindi frullate quanto svuotato con scalogno, senape, pane e olio evo. Aggiustate di sale (poco) e pepe. Riempite con questo trito i pomodori e quindi cuocete in forno a 200 gradi per circa 20 minuti.

Insalatona con feta e pane tostato

Insalatona con feta e pane tostato

Ingredienti

2 cetrioli

250 g di feta

3 pomodori

1 peperone

100 g di olive taggiasche

200 g di pane integrale

origano

olio evo

1 limone

pepe

 

Procedimento

Un’insalata fresca, molto gustosa, semplicissima e perfetta per quest’ultime settimane d’estate. Con pomodori, peperoni e cetrioli (un vero e proprio “bagno” di carotenoidi!), olive e la mia amata feta!

Mondate le verdure e riducete tutto delle stesse dimensioni. Aggiungete le olive, l’origano e il succo di limone. Oliate e pepate (niente sale, non serve, gli ingredienti sono già abbastanza saporiti). Lasciate insaporire. Nel frattempo tostate il pane a cubetti in una padella antiaderente leggermente oliata. Servite l’insalata con feta sbriciolata e il pane tostato.

Gazpacho d’autore

Gazpacho

Ingredienti

1 peperone verde

1 peperone rosso

1 cetriolo

1 cipolla

1 mela Granny Smith

1kg di pomodori

5 cucchiai di olio evo

Tabasco quanto piace

2 cucchiai di aceto

Crostini di pane integrale tostato

Procedimento

Un gazpacho extra lusso, preparato da una grande chef. Ho provato a rifarlo a casa e ve lo consiglio!

Frullate i pomodori (tranne 3 che lascerete da parte) con olio evo, aceto, tabasco ed un pizzico di sale.

Tagliate le verdure (i peperoni, il cetriolo, la cipolla, gli altri pomodori e la mela) in piccoli cubetti (brunoise). Impiattate la zuppa fredda, ponendo prima la salsa di pomodoro frullata e quindi la brunoise utilizzando un coppa pasta.

Per approfondire:

Sugo di pomodori, un concentrato di salute

Heat, Shape and Type: Increasing Lycopene Absorption

Tumore alla prostata, il licopene (e i pomodori) abbassano il rischio?

Salsa e pizza: così il pomodoro è al top

Orzo con crema di peperoni arrostiti

Orzo con crema di peperoni arrostiti

Ingredienti

320 g di orzo

400 g di peperoni rossi

4 cucchiai di olio evo

1 cipollotto

qualche rametto di origano fresco

sale

pepe

Procedimento

Sono uno dei protagonisti indiscussi della cucina durante le stagioni calde: non solo li portiamo in tavola in tutte le salse, ma li utilizziamo per preparare conserve, che ce li renderanno disponibili durante autunno e inverno.  I peperoni dolci sono ricchi di fosforo e potassio, oltre che di vitamine: contengono più vitamina C di tutti gli altri ortaggi! 100 grammi di peperoni ne apportano ben 153 milligrammi (per capirci, la medesima quantità di arance ne contiene 50 milligrammi…). L’altra vitamina che caratterizza i peperoni è la P, che aiuta a rinforzare il sistema cardiovascolare agendo sull’elasticità dei vasi sanguigni e protegge la prostata dalle patologie correlate. In questa ricetta li utilizzo insieme all’orzo per un piatto buonissimo e pieno di salute!

Cuocete l’orzo in poca acqua leggermente salata, fino ad assorbimento.

Nel frattempo spadellate i peperoni (in alternativa potete anche arrostirli sulla fiamma) fino ad ammorbidirli, con un filo di olio, il cipollotto, sale e pepe.

Una volta cotti i peperoni, frullateli con l’origano fresco e con la crema ottenuta condire l’orzo.

Se lo desiderate potrete aggiungere qualche pomodoro secco direttamente nell’orzo condito, oppure frullato insieme ai peperoni.

Per approfondire:

Fibra alimentare, fibra salutare

Il beta-glucano dell’avena, assunto alla dose di 3 g/die o più, riduce sia la colesterolemia totale sia quella LDL, senza effetti sulle HDL

β-glucani, colesterolo e glucosio ematico

Il controllo non farmacologico della colesterolemia: carboidrati e fibre