I miei canali social

Pasta di grano e orzo con melanzane e tofu affumicato

Pasta di grano e orzo con melanzane e tofu affumicato
in collaborazione con Granoro

Amici, non so voi ma mi capita spesso di pranzare fuori in questo periodo e di avere bisogno di una schiscetta leggera (che sia al lavoro o in spiaggia oppure in viaggio), che non appesantisca e che sia nello stesso tempo nutriente.

Oggi facciamo una pasta con le melanzane, che d’estate non mancano mai, ipocaloriche (attenzione però a come le cucinate perché sono spugnose e assorbono molto olio), ricche di fibre e sali minerali, e il tofu, che ha pochissimi grassi ed è privo di colesterolo.

E per rendere il primo ancora più anti-colesterolo, ho scelto una pasta di grano e orzo, entrambi 100% italiani, ricca di betaglucani! Un po’ di sesamo, qualche foglia di menta, e il risultato vi assicuro è fantastico!

Menù anti-colesterolo: avena e orzo con fagioli rossi, capperi e peperoni

avena orzo colesterolo

Amici, questo mese la rubrica #failaspesaconMarco è dedicata al colesterolo e a quegli ingredienti che permettono di ridurre quello cattivo nel sangue. Questa ricetta combina due ingredienti che amo, l’orzo e l’avena, ricchi di betaglucani per ridurre l’assorbimento del colesterolo nell’intestino.

Spiedino con crocchette di orzo e Datterino rosso

Spiedino con crocchette di orzo e Datterino rosso
in collaborazione con Così Com’è

Amici, per quanti di voi sono in vacanza o per quelli che ancora non sono partiti, ecco una ricetta semplice, fresca e molto gustosa, ideale per una cena estiva o per un pranzo da spiaggia.

D’estate la preparo spesso perché racchiude alcuni dei miei ingredienti preferiti: c’è l’orzo, con la sua carica di betaglucano e il suo potere antinfiammatorio, il basilico, ricco di flavonoidi e carotenoidi, e gli anacardi, con le loro fibre e vitamine. E non poteva mancare il datterino rosso, per un pieno di dolcezza, gusto e salute! Provateli!

Orzotto con ceci, porro e datterino giallo

Orzotto con ceci, porro e datterino giallo
in collaborazione con Così Com’è

Amici lo sapete adoro l’orzotto, una valida alternativa al risotto con tutta la forza antiinfiammatoria dell’orzo . In questa ricetta lo abbino ai ceci per quello che per me rappresenta il migliore mix possibile a tavola: cereali e legumi, per un giusto apporto combinato di carboidrati, proteine vegetali e vitamine.

E tocco finale il mio amato Datterino Giallo, una vera e propria miniera di nutrienti buoni per il nostro organismo, ricco di fibre e di acqua, con tantissimi sali minerali (come calcio per le nostre ossa, ferro, potassio, zinco, fosforo) e vitamine, soprattutto C, A e del gruppo B come la tiamina, che migliora la memoria e la concentrazione. E poi il suo colore rendo ogni piatto più bello!

Zuppa di orzo e funghi con stracciatella

Zuppa di orzo e funghi con stracciatella
in collaborazione con Orogel

Adoro le zuppe, soprattutto in questa stagione. Un piatto bilanciato ed equilibrato, ma spesso lungo da preparare. Grazie agli amici di Orogel, questa zuppa a base di funghi e orzo offre un perfetto mix di fibre, minerali, vitamine e carboidrati, ideale anche dopo una nuotata o una sessione di palestra.

I funghi, me lo chiedete sempre in tantissimi, fanno bene! Sono amici del sistema immunitario, ipocalorici e ricchi di importanti nutrienti come rame, ferro, selenio, potassio, vitamine del gruppo B, lisina, triptofano, antiossidanti e fibre. E poi c’è l’orzo, uno dei cereali che amo di più, grazie alle sue ottime capacità emollienti e anti-infettive, soprattutto per le mucose intestinali.

Volete sapere come la preparo? Due buste di Virtù di zuppa orzo e funghi, 200 g di stracciatella, 150 g di pane di segale, olio e pepe. Una volta pronta la zuppa, la servo con la stracciatella e i cubetti di pane tostato. Un giro d’olio, una macinata di pepe ed è pronta.

Zuppa di orzo e funghi con stracciatella

Orzotto con piselli e pecorino

Orzotto con crema di piselli e pecorino
in collaborazione con Miele

Perché amo questa ricetta? Non solo perché è buonissima, ma perché è facile e veloce. Basta infornare l’orzo e i piselli e nel tempo di una doccia sono pronti!

Poi lo sapete, il mix di cereali e legumi per me è la ricetta della salute per eccellenza, un piatto completo che bilancia tutti i nutrienti.

In salute con Marco: l’orzo

In salute con Marco: l'orzo

Amici, esistono dei cibi che per loro natura purtroppo sono infiammatori, ad esempio i cibi pronti, la carne lavorata, l’alcool. Ne esistono altri che invece l’infiammazione la combattono, come i cereali. E tra quelli che apprezzo di più sicuramente c’è l’orzo, che ha ottime capacità emolliente e anti-infettive, soprattutto per le mucose intestinali.

Io per cena l’ho preparato con anacardi, feta, pomodori secchi e olive. Sotto il video la ricetta!

 

Bowl di salmone agli agrumi con orzo e verdura

Spesso i piatti più semplici sono quelli più ricchi di virtù. Verdure e orzo ovvero fibre, vitamine e sali minerali e tanto colore: ecco un po' di informazioni riguardo questo fantastico arcobaleno di salute.
in collaborazione con IKEA

Spesso i piatti più semplici sono quelli più ricchi di virtù. Verdure e orzo ovvero fibre, vitamine e sali minerali e tanto colore: ecco un po’ di informazioni riguardo questo fantastico arcobaleno di salute.

Per capire quanta frutta e verdura bisogna mangiare in una giornata, bastano due semplici regole. La prima è quella delle 5 porzioni: si raccomanda di assumere due porzioni di verdura e tre di frutta al giorno, come minimo. Per una porzione si intende un frutto (2 o 3 frutti piccoli), un’insalata, mezzo piatto di verdure cotte o crude, una coppetta di macedonia oppure un centrifugato. La seconda è quella di basarsi sui colori!

L’aspetto della frutta e della verdura infatti non è solo bello, ma dipende dalle sostanze e dai pigmenti contenuti. Ad esempio i frutti e le verdure blu/viole (come melanzane e lamponi) sono ricchi di antocianine, beta carotene, vitamina C, potassio e magnesio.

Il bianco (cavolfiori, mele, cipolle) suggerisce la presenza di polifenoli, flavonoidi, composti solforati, potassio, vitamina C, selenio.

Con il verde (asparagi, broccoli, spinaci) largo a beta carotene, magnesio, vitamina C, acido folico e luteina, mentre il giallo (arance, albicocche, carote) porta con se flavonoidi, beta carotene, vitamina C, potassio. Infine non dimentichiamo la frutta e la verdura rossa (fragole, pomodori, barbabietole) che contengono licopene e antocianine.

Cerca sul sito