Datterini Confit

Datterini confit

Amici, non smetterò mai di parlarvi del pomodoro, autentico pilastro della dieta mediterranea. Un concentrato di gusto, salute e dolcezza. Oggi userò i datterini e li preparerò confit, potete usare sia quelli rossi che quelli gialli (o anche insieme). Il datterino giallo è una varietà particolare, su cui in tanti mi chiedete informazioni e consigli! Una varietà antica, bellissima e ricca di tantissimi nutrienti per il nostro organismo che potete scoprire qui! Una volta pronti sono buoni sia caldi che freddi, fatene tanti perché ve lo assicuro non bastano mai!

 

Ingredienti

200g di pomodori datterini gialli o rossi (anche in acqua di mare sono top)

Olio evo

Sale

Salvia

Procedimento

Disponete i pomodori sulla teglia con gli aromi e l’olio. Infornate fino a che saranno appassiti e caramellati: ci vorranno circa 20 minuti a 200°.

Crostino con ristretto di pomodoro e cipolla

Crostino con ristretto di pomodoro e cipolla
in collaborazione con Così Com’è

Amici oggi vi propongo una ricetta dal sapore mediterraneo, ispirata allo sfincione, un tipico street food palermitano. Prepariamo dei crostoni di pane con pomodoro, cipolla e acciughe. Il mix pomodoro e cipolla è particolarmente ricco di sostanze nutritive e di benefici per la nostra salute. Il pomodoro, soprattutto cotto, è ricco di licopene, un polifenolo che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare, dalle proprietà antiossidanti, antitumorali e antinvecchiamento. La cipolla contiene enzimi che stimolano la digestione e il metabolismo, flavonoidi, vitamine, e hanno anche effetti antibiotici, depurativi e ipoglicemizzanti. Insomma, in un semplice crostino un concentrato unico di gusto e salute!

Crostino con ristretto di pomodoro e cipolla

Ingredienti

1 filone pane integrale fresco

1 vasetto di Pizzutello pelato in succo Così Com’è

1 cipolla bianca fresca

30 g acciughe

80 g pane grattugiato

50 g pecorino

Procedimento

Tagliate a fette il pane e tostatele in forno o in padella antiaderente. Preparate il condimento con il pomodoro, la cipolla tagliata a fette e le acciughe fino a che non avrà una consistenza densa. Disponete il sugo ottenuto sul pane, cospargete di pecorino e un po’ di pangrattato e passate in forno per qualche minuti a 180 gradi.

Crostino con ristretto di pomodoro e cipolla

Crostino con ristretto di pomodoro e cipolla

Zuppa di pomodoro

Zuppa di pomodoro

Cinque ingredienti super per una zuppa che adoro preparare in questa stagione. C’è la mia amata zuccaipocalorica, ricca di fibre e betacarotene,  il pomodoro, con il suo licopene, dalle proprietà antiossidanti, antitumorali e antinvecchiamento, la cipolla (se proprio non la sopportate potete anche non metterla), zenzero e limone!

Ingredienti

500 ml di passata di pomodoro

400 g di zucca

2 cipolle

1 pezzetto di zenzero

1 limone

Procedimento

Mondare la zucca e cuocerla in poca acqua, aggiungere cipolla, salsa di pomodoro, zenzero. Cuocere il tutto e frullare. Servire condita con olio evo e succo di limone.

Zuppa di pomodoro

Pasta saporita

Un’idea per una pasta veloce, semplice e gustosa. Eccola! Una primo saporito, nutriente, con tanti ingredienti amici della nostra salute!

Ingredienti - per 4 persone

320 g di pasta integrale

100 g di pomodori datterini rossi

Pizzico di polvere di capperi

2 acciughe

1 cucchiaino di cipolla essiccata

Olio evo

Procedimento

In una padella fate scaldare l’olio extravergine, aggiungete le acciughe, la cipolla essiccata e i vostri datterini rossi (o gialli se preferite un gusto più dolce). Condite la pasta integrale, che avrete scolato al dente, e servite con una spolverata di polvere di capperi.
 

In salute con Marco: il pomodoro

Amici oggi parliamo di un pilastro della dieta mediterranea, quasi un simbolo del nostro paese nel mondo: il pomodoro! Il suo tipico colore rosso deriva dal licopene, un carotenoide contenuto in tutti i vegetali arancioni o rossi, come albicocche, melone, anguria, carote… Quindi abbondate con la salsa di pomodoro… oppure fate come me: oggi li preparo al forno! La ricetta sotto il video!

 

Pomodori al forno

Ingredienti

4 pomodori insalatari

100g pane grattugiato

1 scalogno

olio

sale e pepe

1 cucchiaino senape

Procedimento

Svuotate i pomodori, quindi frullate quanto svuotato con scalogno, senape, pane e olio evo. Aggiustate di sale (poco) e pepe. Riempite con questo trito i pomodori e quindi cuocete in forno a 200 gradi per circa 20 minuti.

Gnocchi al ragù di lenticchie

Gnocchi al ragù di lenticchie
in collaborazione con IKEA

Un piatto senza età, che adoro e che mi fa tornare bambino, anche se rivisitato in una chiave totalmente vegetale e mediterranea!

Gnocchi al ragù di lenticchie

Legumi e pomodori: protagonisti della nostra dieta mediterranea. Il pomodoro deve il proprio colore rosso al licopene, un carotenoide dalle note proprietà antiossidanti, antitumorali e antinvecchiamento, che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare e che deve essere introdotto con la dieta.

Quello che molti non sanno però è che il licopene è presente in quantità maggiore nei pomodori cotti, perché il calore e la cottura liberano il licopene trattenuto all’interno delle cellule del pomodoro e lo rendono molto più assorbibile dal nostro apparato digerente. Possiamo quindi dire che la salsa di pomodoro, pilastro della cucina italiana, è un vero e proprio concentrato di salute. Ma quali sono le sue proprietà? Contrasta i radicali liberi responsabili della degenerazione cellulare e protegge dalla malattie cardiovascolari.

Ingredienti

150 g di gnocchi di patate

150 g di lenticchie lessate

50 g di pomodori secchi sottolio

200 ml di passata di pomodoro

1 carota piccola

mezza cipolla

olio evo

Procedimento

 

Gnocchi al ragù di lenticchie

Preparate il ragù di lenticchie cuocendo per circa 20 minuti le lenticchie lessate con la salsa di pomodoro, nella quale avrete anche frullato i pomodori secchi sottolio, la cipolla e la carota.

Gnocchi al ragù di lenticchie

Cuocete gli gnocchi, raffreddateli sotto l’acqua fredda e quindi ripassateli nel ragù preparato.

Gnocchi al ragù di lenticchie

Spaghetti al pomodoro con falafel

Spaghetti al pomodoro con falafel
in collaborazione con Disney

Spaghetti al pomodoro con falafel

È una delle scene più romantiche e famose della storia del cinema! Sto parlando dei mitici Spaghetti con polpette di Lilli e il vagabondo. Ve li ricordate? Oggi vi propongo la mia versione. Al posto delle classiche meatballs americane useremo dei falafel di ceci, con una salsa leggera di pomodoro e spaghetti, naturalmente integrali!

Ingredienti

320 g di spaghetti integrali

200 ml di salsa di pomodoro

5 foglie di basilico

¼ di mela gialla

olio evo

400 g di ceci lessati

½ cipolla

prezzemolo

sale

pepe

Procedimento

Spaghetti al pomodoro con falafel

Frullate i ceci, già lessati, con il prezzemolo, l’olio e la cipolla. Mettete il composto in frigorifero ad addensarsi, per circa due ore.

Spaghetti al pomodoro con falafel

Una volta ben addensato, toglietelo dal frigo e formate delle polpettine con le mani (potete usare anche un servigelato di diametro piccolo). Per cuocerle potete metterle in forno in una teglia, spruzzandone la superficie con un nebulizzatore d’olio, per 20 minuti a 220 gradi, oppure ripassatele in padella con un leggero filo d’olio.

Spaghetti al pomodoro con falafel

Mettete a cuocere gli spaghetti integrali, intanto preparate il sugo con la salsa di pomodoro, la mela frullata e il basilico, poco prima che sia pronto fate ripassare velocemente i felafel nella salsa. Scolate gli spaghetti  e conditeli con il sugo. Buon appetito e, come sempre, #divertiamociastarebene!

Spaghetti al pomodoro con falafel

Per approfondire:

In linea con i legumi, vero o falso?

Dai legumi una mano per perdere peso?

Sugo di pomodori, un concentrato di salute

Heat, Shape and Type: Increasing Lycopene Absorption

Salsa di pomodoro: un concentrato di salute

Pomodoro

Il pomodoro deve il proprio colore rosso al licopene, un carotenoide dalle note proprietà antiossidanti, antitumorali e antinvecchiamento, che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare e che deve essere introdotto con la dieta.

Il licopene è presente in quantità maggiore nei pomodori cotti e maturi, rispetto a quelli crudi. Questo perché il trattamento termico libera il licopene trattenuto all’interno delle cellule del pomodoro e lo rende molto più assorbibile dall’apparato digerente.

Possiamo quindi dire che la salsa di pomodoro, pilastro della cucina italiana, è un vero e proprio concentrato di salute e ci permette di assorbire i quantitativi maggiori di licopene.

Ma quali sono le sue proprietà? Questo prezioso polifenolo contrasta i radicali liberi responsabili della degenerazione cellulare e protegge dalla malattie cardiovascolari. Inoltre sembra avere un’azione protettiva contro alcuni tumori, in particolare quello ad esofago ed alla prostata, come dimostra una recentissima ricerca presentata all’ultima conferenza dell’American Institute for Cancer Research.

Per approfondire:

Sugo di pomodori, un concentrato di salute

Heat, Shape and Type: Increasing Lycopene Absorption

Tumore alla prostata, il licopene (e i pomodori) abbassano il rischio?

Salsa e pizza: così il pomodoro è al top

Frutta e verdura: quanta mangiarne in un giorno?

Due semplici regole per capire quanta, e quale, frutta e verdure mangiare in un giorno. La prima è quella, ormai famosa, delle 5 porzioni. Ovvero si raccomanda di assumere due porzioni di verdura e tre di frutta al giorno, come minimo. Per una porzione si intende un frutto (2 o 3 frutti piccoli), un’insalata, mezzo piatto di verdure cotte o crude, una coppetta di macedonia oppure un centrifugato.

Ma come essere certi di assumere tutte le proprietà nutritive degli alimenti vegetali? Il secondo trucco è quello di basarsi sui colori! L’aspetto della frutta e della verdura infatti non è solo bello, ma dipende dalle sostanze e dai pigmenti contenuti. Ecco allora una breve guida per orientarsi nel mondo dei colori da mettere nel tuo piatto!

BLU-VIOLA
Melanzane, radicchio, fichi, lamponi, mirtilli, more, ribes, prugne, uva nera. Perché sono alimenti ricchi di antocianine, beta carotene, vitamina C, potassio e magnesio.

VERDE
Asparagi, basilico, biete, broccoli, cavoli, carciofi, cetrioli, insalata, rucola, prezzemolo, spinaci, zucchine, uva bianca, kiwi. Perché contengono beta carotene, magnesio, vitamina C, acido folico e luteina.

BIANCO
Aglio, cavolfiori, cipolle, finocchi, funghi, mele, pere, porri, sedani. Perché garantiscono un apporto di polifenoli, flavonoidi, composti solforati, potassio, vitamina C, selenio.

GIALLO
Arance, limoni, mandarini, pompelmi, meloni, albicocche, pesche, nespole, carote, peperoni, zucca, mais. Perché sono ricchi di flavonoidi, beta carotene, vitamina C, potassio.

ARANCIO/ROSSO
Angurie, arance rosse, barbabietole, ciliegie, fragole, peperoni, pomodori, rape rosse, ravanelli. Perché contengono licopene e antocianine.

Fonte: Ministero della salute