Pantacce con crema di pomodori secchi, edamame e quartirolo

Pantacce con crema di pomodori secchi, edamame e quartirolo
in collaborazione con Granoro

Amici, ormai lo sapete, è sempre il momento di un buon piatto di pasta. L’importante è che sia un grande pasta di qualità, come quella del Pastificio Granoro, una realtà 100% italiana che cura i propri prodotti con amore e passione. Oggi ho scelto di provare la Linea Dedicato, vero fiore all’occhiello di questa azienda. Una linea che nasce dalla volontà di Granoro di valorizzare i prodotti dell’agricoltura pugliese, esaltando i suoi valori più preziosi, come il rispetto dell’ambiente, il recupero della tradizione e la genuinità delle materie prime.

Ho scelto le Pantacce, trafilate in bronzo, e un condimento semplice con tre dei miei ingredienti preferiti: il pomodoro, secco e in salsa, la soia edamame, con il suo carico di fibre e proteiene vegetali, e un formaggio che uso spesso nelle mie ricette, il quartirolo.

Ingredienti - per 4 persone

320 g di Pantacce Granoro Linea Dedicato

50 g di pomodori secchi reidratati in acqua per circa 1 ora

200 ml di salsa di pomodoro

50 g di quartirolo

200 g di edamame surgelata

Olio evo

Procedimento

Cuocete la pasta in acqua leggermente salata. Nel frattempo, frullate i pomodori secchi con la salsa di pomodoro e un paio di cucchiai di olio extra vergine d’oliva. Sbollentate la soia edamame e grattugiate il quartirolo. Condite la pasta con il condimento preparato, la soia e il quartirolo grattugiato. Finite il piatto con un filo d’olio evo.

Salmone su edamame con spolverata di cacao

Salmone

Come sapete, amo molto le ricette a base di salmone, un pesce ricchissimo di vitamine, Omega 3 e sali minerali, in particolare fosforo, importante per la salute di ossa e denti, e selenio, che permette il buon funzionamento degli antiossidanti cellulari. Gli Omega 3 invece sono acidi grassi “essenziali”: esercitano un effetto benefico sull’apparato cardiovascolare, attenuano le reazioni infiammatorie e sembra inoltre che favoriscano la vitalità delle cellule del sistema nervoso, grazie alla loro funzione antidepressiva.

Ingredienti - per 4 persone

600 g di filetto di salmone

400 g di soia edamame surgelati

200 g di piselli surgelati

150 g di latte

20 g di cacao amaro in polvere

olio evo

sale e pepe

Procedimento

Sbollentate gli edamame e i piselli per qualche minuto in acqua poco salata. Scolateli e lasciateli raffreddare, quindi frullate questo stupendo mix di legumi verdi, aggiustando di sale e pepe, e aggiungendo eventualmente un po’ di acqua per renderlo più morbido.  Cuocete al forno preriscaldato i filetti di salmone: adagiateli su una teglia rivestita di carta forno, basteranno meno di 10 minuti a 200 °C. Servite la crema di legumi sul fondo del piatto, disponete sopra il salmone e spolverate con il cacao amaro.

Pasta integrale con edamame e feta

Pasta integrale con edamame e feta

In questo gustoso piatto unico, ottimo da servire anche freddo, il tocco in più lo danno gli anacardi, rigorosamente non salati, che conferiscono alla ricetta un’irresistibile croccantezza e un apporto di grassi buoni, magnesio e vitamine del gruppo B.

Ingredienti - per 4 persone

320 g di pasta integrale

120 g di anacardi non salati

250 g di soia edamame surgelati

250 g di feta

70 ml di olio di semi di mais bio

1 mazzetto di prezzemolo

il succo di 1 limone

sale e pepe

Procedimento

Cuocete in abbondante acqua poco salata la pasta e scolatela al dente. Fatela raffreddare e nel frattempo sbollentate gli edamame. Tagliate a cubetti piccoli la feta e in un mixer frullate il prezzemolo con olio e succo di limone.
Condite la pasta con gli edamame, gli anacardi, la feta e la salsina al prezzemolo appena preparata. Pepate a piacere.

Insalata di soia

insalata di edamame

Amici, oggi un’insalata semplicissima, ideale per una pausa pranzo veloce. Protagonista l’edamame, ovvero i fagioli di soia acerbi che tutti siamo abituati a consumare nei ristoranti giapponesi, ma che sarebbe bene introdurre anche nella nostra dieta casalinga. Ricchi di grassi polinsaturi, quindi “buoni”, proteine, sali minerali. Le vitamine del gruppo B garantiscono il buon funzionamento di numerosi processi metabolici; la vitamina C e il manganese potenziano le difese antiossidanti dell’organismo, il potassio protegge la salute cardiovascolare, calcio e fosforo quella di ossa e denti e il ferro è necessario per la produzione dell’emoglobina. Inoltre gli edamame aiutano a migliorare l’alimentazione apportando fibre.

Ingredienti

300 g di soia edamame surgelata

300g di insalata iceberg

10 pomodori secchi sott’olio

1 limone

Olio evo

Procedimento

Affettate l’insalata e quindi sbollentate gli edamame (che non vanno mai consumati crudi). Aggiungete pomodori secchi e condite con olio evo e succo di limone.

Lasagna con ragù di soia e besciamella vegetale

Lasagna con ragù di soia e besciamella vegetale
in collaborazione con Così Com’è

Amici, torniamo a parlare di pomodoro, il mio ingrediente preferito! Nelle scorse settimane vi ho mostrato la mia visita all’interno dell’azienda Così Com’è, un viaggio in una realtà che mi ha colpito per professionalità, competenza e amore per il proprio lavoro. Ora è arrivato il momento di provare i loro pomodori. E cosa c’è di meglio che iniziare con uno dei classici della cucina italiana: la lasagna! Alla mia maniera però, con ragù di soia e besciamella vegetale. Provatela!

Ingredienti - per 4 persone

400 g di pasta sfoglia per lasagna

300 ml di besciamella vegetale

200 g di soia testurizzata (quella che si usa per il ragù)

1 barattolo di Datterino rosso intero in succo

1 barattolino di Doppio concentrato di Datterino rosso 

1 barattolino di cipolla essiccata

olio evo

Procedimento

Preparate il ragù cuocendo la soia con il Datterino rosso intero in succo, aggiungete il Datterino rosso doppio concentrato, la cipolla essicata, l’olio e regolate di sale. Al termine della cottura, aggiungete la besciamella e mescolate.

Ancora non sapete come si fa la mia besciamella? Un litro di latte di soia (ovviamente non zuccherato), 60 g di olio, 80 g di farina, sale, pepe e noce moscata. Frullate tutto insieme e quindi portare a bollore in una casseruola fino alla densità desiderata!

Preparate la lasagna nel modo classico, alternando il ragù e gli strati di pasta.

Infornate per circa 20 minuti a 200 gradi.

Lasagna con ragù di soia e besciamella vegetale

Perché alterno latte vaccino a bevande vegetali?

latte

Latte vaccino o bevanda vegetale? Solo voi potete saperlo. Siete sensibili al lattosio o alle proteine del latte, diabetici, avete la glicemia “ballerina” o il colesterolo alto? Se sapete rispondere a queste domande, allora avete anche già scelto il prodotto adatto a voi.

Bisogna sempre fare attenzione agli zuccheri aggiunti e al tipo di bevanda: una vegetale a base di riso, ad esempio, è fortemente amidacea, e con l’aggiunta di zuccheri il suo indice glicemico non fa altro che aumentare; a confronto, un latte vaccino senza grassi e magari senza lattosio è sicuramente meno “impattante” per l’organismo, se rientra nelle porzioni giornaliere consigliate. Ogni ricetta ha un suo latte, così come ogni palato e organismo.

Non tutti digeriamo gli alimenti allo stesso modo, quindi variamo la dieta e il nostro corpo ci ringrazierà!

Tortino alle carote

Tortino alle carote

Un tortino di carote, morbido e buonissimo, perfetto per la colazione ma anche per la merenda. Provatela!

Ingredienti

200 g farina di tipo 2

50 g di fecola di patate

100 g zucchero integrale

100 ml spremuta di arancia

70 ml bevanda di soia

50 ml yogurt di soia

200 g carote

70 ml olio di mais

1 bustina di lievito

80 g di mandorle

Mezzo cucchiaino di polvere di vaniglia

Procedimento

Come prima cosa grattugiate le carote finemente. Tritate le mandorle. Mescolate farina, fecola, zucchero, lievito, vaniglia e mandorle insieme. Mescolate a parte spremuta di arancia, bevanda di soia, yogurt, olio fino ad ottenere un’emulsione. A questo punto mescolate insieme solidi e liquidi incorporando più aria possibile, magari con una frusta da pasticceria. Cuocete in stampi da muffin per 15/17 minuti a 180°, modalità forno statico.

Tortino alle carote

In salute con Marco: la soia

soia

Amici, oggi parliamo della principale fonte di proteine vegetali che esiste in natura: la soia! Pensate ben il 42% del contenuto totale della soia è fatto di proteine! Un perfetto sostituto della carne quindi, che presenta però anche altri importanti benefici. Vediamo quali! La ricetta come sempre sotto il video!

Farfalle con pesto di piselli ed edamame

Ingredienti - per 4 persone

320 g farfalle integrali

200 g pisellini surgelati

400 g edamame surgelata

1 cipolla

70 ml latte magro

pecorino grattuggiato

olio

sale

pepe

Procedimento

Stufate per 10 minuti in padella i piselli, gli edamame, la cipolla affettata finemente, qualche cucchiaio di acqua, un pizzico di sale e pepe.

A metà cottura aggiungete l’olio evo. A fine cottura frullate metà della quantità di piselli ed edamame aggiungendo il latte. Pesto pronto! Condite pasta, ravioli, orzo, farro… servite con grattugiata di pecorino e, se vi piace, una macinata di pepe!

Cous cous di riso con tortino al cioccolato

Cous cous di riso con tortino al cioccolato
in collaborazione con Miele

Una cena fra amici di quelle un po’ improvvisate, poco tempo per cucinare e un ospite celiaco. Niente paura amici, con gli ingredienti giusti e l’aiuto della tecnologia, si risolve tutto. Per l’occasione ho preparato un cous cous (ovviamente di riso), con edamame (ricordatevi che la soia è uno degli alimenti più ricchi di proteine che esistono in natura, ricco di calcio e isoflavoni), broccoli e cavolini di Bruxelles (per fare il pieno di sali minerali, vitamine e fibre), feta e uvetta.

Grazie al mio forno Miele ho cotto tutto insieme a vapore a 100 gradi senza alcuna contaminazione di sapori e odori, posso inserire tutto insieme nel forno gli ingredienti saranno tutti pronti nello stesso momento. Le verdure cotte a vapore a 100°C mantengono il colore brillante, il loro sapore e soprattutto le proprietà nutrizionali.

E come dessert un fantastico tortino al cioccolato gluten free con cuore di lampone, anche questo cotto a vapore.

Ingredienti - per 4 persone

Per il cous cous:

320 g di couscous di riso

300 g di edamame surgelati

300 g di broccoli

300 g di cavoletti di bruxelles

100 g di uvetta

250 g di feta

2 limoni

3 cucchiai di salsa tahina

Procedimento

Cuocere il cous cous insieme ai restanti ingredienti a 100 gradi vapore per circa 15 minuti.  Condite con olio e salsa tahina (la si trova già pronta in commercio oppure si prepara con due cucchiai di tahina, due cucchiai di succo di limone, due cucchiai di acqua, sbattendo tutto energicamente insieme) e aggiungete la feta tagliata a dadini o sbriciolata.

Cous cous di riso con tortino al cioccolato

Ingredienti - per 4 persone

Per il tortino:

200 g di cioccolato fondente 72%

30 g di cacao amaro in polvere

60 g di zucchero Mascobado

30 g di olio mais bio

80 g di farina di riso

1 pizzico di sale

2 cucchiaini di lievito per dolci

200 ml di latte di soia

150 g di lamponi

Procedimento

Sciogliete il vostro cioccolato: io ho utilizzato il forno a vapore ad una temperatura di 70°C in modo che si sciolga delicatamente, senza il rischio di bruciare. Incorporate nel cioccolato fuso tutti i restanti ingredienti, sbattendo sempre in modo energico con una frusta.

Cous cous di riso con tortino al cioccolato

Cous cous di riso con tortino al cioccolato

Versate il composto in stampi monouso di alluminio e mettete uno o due lamponi al centro dell’impasto versato, spingendoli fino in fondo. Cuocete in forno a vapore per dodici-tredici minuti a 100 gradi.

Cous cous di riso con tortino al cioccolato

Pesto di piselli ed edamame

pesto piselli edamame

Ingredienti

200g pisellini surgelati

400g soia edamame surgelata

1 cipolla

70ml di latte (vaccino magro o vegetale non zuccherato)

50ml di olio evo

50g di pecorino

Sale

Pepe

Procedimento

Un condimento ideale per una pasta primaverile, verdissima e molto salutare, grazie all’utilizzo dei miei amati legumi, in salsa fusion! Oltre ai piselli infatti ci sono gli edamame, che non sono altro che i fagioli acerbi della soia. Tutti voi sarete abituati a mangiarli come snack al giapponese (spesso anche troppo salati!), ma in realtà sono molto versatili in cucina.

Stufate per 10 minuti in padella piselli, edamame con cipolla affettata finemente, qualche cucchiaio di acqua, un pizzico di sale e pepe.

A metà cottura aggiungere l’olio evo. A fine cottura frullate metà della quantità di piselli ed edamame aggiungendo il latte. Pesto pronto! Condite pasta, ravioli, orzo, farro… servite con grattugiata di pecorino e, se vi piace, una macinata di pepe!

Per approfondire:

I mille benefici della soia

Il colesterolo “cattivo” si vince con una buona alimentazione

Lo sai che, oltre ai pomodori, anche soia e derivati sono amici della prostata?

Pesto piselli edamame