Un nuovo Crumble

Crumble

È una delle mie ricette preferite, ve ne avevo già proposto una versione diciamo più classica. Questa è una variante di crumble che ho provato di recente, con l’aggiunta di cocco.

Protagoniste sempre le mie amate nocciole, che consiglio sempre per la loro loro azione preventiva nei confronti delle malattie cardiovascolari e per il loro alto contenuto di vitamina A, utilissimo per la lucentezza di occhi e pelle.

Ingredienti

  • 150 g farina tipo 2
  • 50 g cocco grattugiato
  • 50 g zucchero mascobado
  • 15 g miele
  • 60 ml olio girasole
  • 100 g nocciole
  • 1 punta di cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento

Mettete in ammollo per 30 minuti le nocciole in acqua. Dopo averle scolate, frullatele e mescolatele insieme ai restanti ingredienti. L’impasto dovrà risultare piuttosto grossolano, irregolare e non compatto, non dovrà, in sostanza, legare, ma risultare sabbioso. Spargetelo nella teglia e cuocetelo per 20 minuti a 170 gradi. Conservate il vostro crumble in barattolo ben chiuso a temperatura ambiente, anche per un mese (ma tanto finirà molto prima!).

Per approfondire:

30 grammi di frutta secca al giorno allungano la vita?

La frutta secca, ideale per la prima colazione e abbassa al colesterolo

Frutta secca, fa bene alla salute!

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

7 commenti su “Un nuovo Crumble”

  1. È possibile sostituire le nocciole con le noci o le mandorle?il procedimento per l’ammollo resta uguale?grazie!

  2. Ciao Marco! Come lo usi il tuo meraviglioso crumble? Oltre che nello yogurt? Qualche suggerimento…grazie.Serena

  3. With havin so much content do you ever run into any issues of plagorism or copyright violation? My website has a lot of completely unique content I’ve either
    created myself or outsourced but it seems a lot
    of it is popping it up all over the internet without my agreement.
    Do you know any techniques to help reduce content from being stolen? I’d genuinely appreciate it.

Lascia un commento

Altri articoli interessanti

Cerca sul sito