Falafel

Li adoro sia freddi sia caldi… Sono un ottimo modo per conquistare coloro che non amano troppo consumare legumi “stufati” o semplicemente conditi con olio e limone!

Ingredienti per 4 persone

  • 1 rametto di prezzemolo
  • ½ cucchiaino di curcuma
  • 1 cipolla
  • 500 g di ceci lessati
  • 100 g di soia edamame surgelati
  • 1 cucchiaio di cumino macinato
  • 5 cucchiai di olio evo
  • sale
  • 30 g di farina di mais fioretto
  • il succo di 1 limone

Unite in un robot da cucina il prezzemolo lavato e la cipolla sbucciata e tritate.

Scolate i ceci e risciacquateli bene sotto l’acqua corrente per eliminare l’eventuale sale presente.

Sbollentate la soia edamame in acqua leggermente salata.

Aggiungete i ceci, la soia e i restanti ingredienti nel robot insieme al trito di prezzemolo e cipolla. Frullate fino a ottenere un composto compatto, pastoso, che regolerete di sale. Non dovrà risultare una purea, ma restare piuttosto grossolano (qualche cecio qui e là meno frullato di altri dovrà esserci).

Con un servigelato di piccolo diametro (se non ce l’avete, utilizzate le mani!) prelevate dal contenitore una piccola dose di composto per volta. Man mano che le vostre palline sono pronte, disponetele in una pirofila rivestita con carta forno.

Infornate per almeno 15 minuti a 200 °C. I falafel sono pronti quando sono belli dorati. Potete anche optare per la versione con cottura in padella, basterà semplicemente utilizzare una padella antiaderente e ben (poco) oliata.